Out of stock

Sulle tracce di Gaspare Camarda

Gaspare Camarda, nato a Messina intorno al 1570, secondo quanto riferisce il Grosso Cacopardo (seguendo il Susinno), è stato un discepolo di Antonio Catalano l’Antico.
La pubblicazione indaga una serie di dipinti inediti o poco noti, databili a cavallo tra Cinque e Seicento, appartenenti al patrimonio figurativo di un vasto territorio che abbraccia i comuni di Casalvecchio Siculo, Forza d’Agrò, Gallodoro e Savoca, ove l’autore ha cercato di cogliere, attraverso un processo di lettura stilistica e iconografica delle opere, un possibile rapporto di dipendenza con la civiltà pittorica di Messina, tentando di rispondere al quesito se tali produzioni possano essere espressamente considerate “arte della Controriforma”.
Anche su queste premesse sono scaturite l’indagine e lo studio di una serie di testi pittorici prodotti in un determinato periodo storico conservati in chiese di Casalvecchio e nel suo piccolo ma affollato museo parrocchiale, i cui esiti sono confluiti in questo libro.

COD: (978) 88 89525 418 Categorie: ,

 28.00

Esaurito

Descrizione

Sulle tracce di Gaspare Camarda. Pittura e Controriforma a Casalvecchio Siculo

Salvatore Mosca , nato a Taormina nel 1972, si è laureato presso l’Università degli studi di Catania con una tesi sulla “teoria dell’interpretazione” di Umberto Eco. Appassionato di storia dell’arte, oltre a pubblicare vari articoli su riviste specializzate e quotidiani sul tema della conoscenza, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale in Sicilia, è autore del saggio Il gonfalone “antonelliano” di Gallodoro. Problemi e congetture (2012).

Informazioni aggiuntive

Peso 800 g
Dimensioni 28 × 21.5 × 4 cm
Autori

Salvatore Mosca, Teresa Pugliatti

Formato

Paperback

Lingua

Italiano

Pagine

72

Editore

Edizioni Magika

Anno di pubblicazione

2016

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Sulle tracce di Gaspare Camarda”